Comunicati e note

Messaggio del Presidente Mattarella per il XIV Simposio internazionale dei docenti universitari (gio, 22 giu 2017)
C o m u n i c a t o Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Vescovo Ausiliare di Roma, Delegato per la pastorale universitaria, Monsignor Lorenzo Leuzzi, il seguente messaggio: «Il XIV Simposio internazionale dei docenti universitari, in occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, si conferma come momento proficuo di riflessione multidisciplinare, in una dimensione europea, su fenomeni complessi che riguardano il futuro del nostro Paese. Culla della produzione e della diffusione di nuovi saperi, l'università di oggi, nella società della conoscenza, è chiamata a svolgere un delicato ruolo di collegamento tra progresso tecnologico e società civile, in un dialogo sempre più partecipativo e produttivo. Accanto alla formazione e alla ricerca, quali tradizionali missioni, gli atenei si apprestano a sviluppare e a radicare con maggior incidenza una terza missione di più recente istituzionalizzazione, capace di fornire ad un pubblico sempre più vasto, ben oltre i confini della comunità scientifica, le conoscenze prodotte e la consapevolezza delle possibili opportunità di sviluppo che ne derivano. Attività di divulgazione e di comunicazione, trasferimento tecnologico e valorizzazione della ricerca a vantaggio di progetti ad alto contenuto sociale, culturale ed educativo, divengono i nuovi indicatori di misurazione della trasparenza e della capacità delle università di accrescere nella collettività il senso di appartenenza e di partecipazione democratica alla vita del Paese. In una prospettiva di crescita e di progresso civile e sociale, la terza missione delle università descrive contesti aperti di riflessione e di dibattito su temi fondamentali per il futuro dell'umanità, dai cambiamenti climatici, alle nanotecnologie, all'uso delle fonti energetiche e dimostra la capacità di saper coniugare il bisogno di conoscenza con un livello più elevato di benessere generale. La misura e la valorizzazione di questa interazione rappresenta un'istanza fondamentale per il futuro dell'Europa e del nostro Paese che favorisce la realizzazione di una società più democratica, inclusiva e aperta a tutti. Nella convinzione che la giornata di studio, con gli autorevoli interventi previsti, contribuirà a definire nuove rotte verso una società edificata su conoscenze diffuse e accessibili, rivolgo a lei, ai rappresentanti delle istituzioni, agli illustri relatori e a tutti i presenti sentimenti di apprezzamento e un cordiale partecipe saluto». Roma, 22 giugno 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione del 243° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza (mer, 21 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale C.A., Giorgio Toschi, il seguente messaggio: «Nella ricorrenza del 243° anniversario della fondazione, rendo omaggio alla Bandiera della Guardia di Finanza, simbolo della dedizione del Corpo al servizio dell'Italia e a tutti i Finanzieri che nella tradizione plurisecolare dell'istituzione hanno saputo affermare i valori dello Stato. In questa solenne circostanza desidero esprimere alle donne e agli uomini della Guardia di Finanza la riconoscenza della Repubblica per il loro impegno nella difesa dei principi di giustizia e legalità, tanto più significativi sul terreno della tutela della sicurezza economica e finanziaria del Paese, dei cittadini e delle imprese, base essenziale per ogni democrazia. Il contrasto di un ampio spettro di infiltrazioni criminali, dalle frodi negli appalti all'evasione fiscale, dalla corruzione alle truffe sull'utilizzo dei fondi pubblici, è stato condotto con rigore e professionalità. A questi fronti si è aggiunta l'azione di ricerca e lotta ai flussi finanziari illeciti che alimentano il terrorismo internazionale. In coordinamento con le altre Forze Armate e la Protezione Civile, i Finanzieri si sono distinti nella instancabile opera di soccorso a favore delle popolazioni duramente colpite dalle recenti calamità naturali, che hanno sconvolto l'Italia centrale. Merita di esser sottolineata la pregevole attività dei Finanzieri del comparto aeronavale nel costante impegno nelle operazioni di soccorso ai migranti che affrontano in condizioni disumane le grandi insidie del mare. Nella memoria grata verso coloro che hanno perso la vita nell'adempimento del loro dovere, rivolgo a tutti gli appartenenti al Corpo e alle loro famiglie i più fervidi voti augurali. Viva la Guardia di Finanza, viva la Repubblica!»   Roma, 21 giugno 2017
>> leggi di più

Il Presidente Mattarella ha ricevuto il Re Willem Alexander e la Regina Máxima dei Paesi Bassi (mar, 20 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale il Re Willem Alexander e la Regina Máxima dei Paesi Bassi, in Visita di Stato. Era presente all'incontro il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Vincenzo Amendola.   Roma, 20 giugno 2017
>> leggi di più

Dichiarazione del Presidente Mattarella in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato (mar, 20 giu 2017)
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «La ricorrenza della Giornata Mondiale del Rifugiato ci offre l'occasione per riflettere sul dramma di migliaia di uomini, donne e bambini costretti a fuggire da guerre e da situazioni di gravissima crisi. La nostra attenzione e i nostri pensieri devono essere rivolti innanzitutto ai moltissimi che ogni giorno raggiungono le nostre coste. I flussi di profughi e di rifugiati sono realtà quotidiana, non più eventi occasionali, eccezioni dovute a crisi momentanee. Occorre, quindi, che il nostro approccio sappia superare la dimensione emergenziale per elaborare, come già stiamo facendo, sempre più efficaci risposte strutturali e di lungo periodo. Questo richiede un forte impegno e un lavoro costante, nella consapevolezza che non saranno interventi estemporanei a eliminare alla radice le cause che spingono così tante persone alla fuga. Servono, invece, scelte strategiche, lungimiranti e ben calibrate, volte a prevenire conflitti, a stabilizzare le regioni più a rischio del pianeta, a combattere le drammatiche conseguenze dei cambiamenti climatici. Scelte che riguardano l'intera comunità internazionale. Scelte che superino il - pur essenziale - momento dell'aiuto, perché mirate a combattere le cause dei conflitti e le ragioni più profonde dell'esodo. I flussi di rifugiati sono un fenomeno di portata globale, che manifesta i suoi effetti ben oltre i Paesi direttamente coinvolti. E' dunque indispensabile che in una logica di responsabilità condivisa tutti i membri della comunità internazionale sappiano dimostrare il proprio impegno a favore di questa parte così rilevante di umanità, in spirito di collaborazione e di solidarietà. Non si tratta solo di condivisione degli oneri dell'accoglienza, ma di assunzione di responsabilità nella gestione a livello globale dei flussi migratori. In questo contesto, l'Italia è consapevole del suo ruolo e di quanto è stato fatto, grazie al lavoro di tanti nostri concittadini - a volte in condizione di estrema difficoltà e a costo di sacrifici personali - per salvare vite umane e accogliere profughi e rifugiati, aventi diritto a protezione sulla base delle norme internazionali. La Giornata che oggi celebriamo ci spinge a sottolineare la coerenza con i valori della Costituzione repubblicana delle iniziative assunte in materia dall'Italia, lontani da approcci di indifferenza se non ostilità verso le vittime di tragedie dell'umanità che si sviluppano ai confini dell'Europa».   Roma, 20 giugno 2017
>> leggi di più

Statement by President Mattarella on World Refugee Day (mar, 20 giu 2017)
The President of the Republic, Sergio Mattarella, released the following statement for World Refugee Day: «The recurrence of World Refugee Day offers the opportunity to ponder over the drama of thousands of men, women and children who are obliged to flee from wars and extremely critical crisis scenarios. Our attention and thoughts must firstly focus on the many people who reach our coasts every day. Migrant and refugee flows are a daily reality, and no longer occasional or exceptional events originating from passing crises. Therefore, our approach must be able to overcome the emergency phase and to elaborate, as we are already doing, ever-more effective and long-term structural responses. This requires firm commitment and untiring work, knowing that it will not be improvised interventions that will be capable to uproot the causes that drive so many people to flee. Instead, we need strategic, far-sighted and well-tapered decisions, aimed at preventing conflicts, stabilising the regions of the world that are most at risk, and combating the dramatic consequences of climate change; decisions that concern the whole international community; decisions that although aimed at assuring the albeit essential aid-giving moment, might be capable of combating the reasons of conflict and the deeper-lying reasons of the exodus. Refugee flows are a global phenomenon whose effects go well beyond the Countries directly involved. It is therefore essential that, in a logic of shared responsibility among all the members of the international community, we prove capable of showing our commitment in favour of this so important segment of humanity, in a spirit of cooperation and solidarity. It is not only a question of sharing out the burden of reception but of shouldering the responsibility of managing migration flows at global level. Within this context, Italy is aware of its role and of what has been achieved thanks to the work of so many of our fellow-citizens - sometimes in conditions of extreme difficulty and at the cost of self-sacrifice - to rescue human lives and to give shelter to refugees, who are entitled to protection under international laws. The Refugee Day that we are celebrating today spurs us to underscore the consistency of Italy's initiatives on the matter with the values of our Republican Constitution, far from taking approaches of indifference, if not hostility, towards the victims of human tragedies that are unfolding at the confines of Europe».   Rome, 20 June 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione dell'Assemblea annuale di Confartigianato (mar, 20 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, il seguente messaggio: «Rivolgo un cordiale saluto a tutti i presenti all'Assemblea annuale di Confartigianato. Nelle ultime settimane le previsioni per la nostra economia sono state riviste al rialzo. Sono segnali incoraggianti che vanno sostenuti con politiche e riforme adeguate a rafforzare il potenziale di crescita e l'occupazione del Paese. Nonostante i progressi conseguiti proprio sul fronte dell'occupazione continuiamo a soffrire contraddizioni che aggravano insicurezza e povertà. Il mondo dell'artigianato conosce bene il valore del lavoro e dell'impegno quotidiano, che è fonte non solo di migliori prospettive di reddito ma anche di partecipazione sociale e sviluppo personale. In questo scenario diventa essenziale affrontare attivamente la trasformazione digitale, dove l'utilizzo delle nuove tecnologie può dischiudere interessanti opportunità anche per le imprese artigiane. A tal fine, sono necessarie competenze, formazione e istruzione di qualità per favorire l'innovazione e l'ingresso nel mondo del lavoro, specie per i nostri giovani, con i richiesti mestieri strategici. Coniugare la nostra tradizione del bello e ben fatto, da artigiani creatori del buon gusto, con l'innovazione, è fondamentale per affermare il successo dei nostri prodotti, la cui qualità è riconosciuta nel mondo, e per agevolare anche per le piccole e medie imprese l'integrazione sui mercati internazionali. I corpi intermedi, in collaborazione con le istituzioni, possono svolgere un ruolo determinante volto a definire una strategia di lungo termine per uno sviluppo equilibrato e inclusivo e per il consolidamento della democrazia economica e sociale del Paese. Con questo spirito invio a tutti i miei più cordiali auguri di buon lavoro».   Roma, 20 giugno 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione dell' XI Forum Italo - Tedesco (mar, 20 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inviato al Consigliere Delegato della Camera di Commercio Italo-Germanica, Jörg Buck, il seguente messaggio: «Rivolgo un cordiale saluto a tutti gli intervenuti all'XI Forum Italo-Tedesco, che celebra, quest'anno, i 125 anni dal Trattato di Commercio firmato nel 1892 tra Italia e Germania. Un traguardo significativo che testimonia il radicamento delle relazioni economiche tra i due Paesi, potenziato, nel contesto europeo, dalla libera circolazione di persone, servizi e flussi di capitale. L'intensità dello scambio tra le nostre economie, entrambe caratterizzate da una forte componente industriale e da una rilevante apertura all'estero, la realizzazione di vere e proprie filiere italo-tedesche, anche nel contesto dei servizi finanziari, ha effetti considerevoli in termini di investimenti e occupazione e costituisce un motore dell'integrazione europea. La vicinanza di valori e gli interessi comuni ci rendono alleati naturali in molte sfide che richiedono in questo momento uno sforzo eccezionale di collaborazione; dal commercio internazionale, alla lotta ai cambiamenti climatici, alle migrazioni, alla trasformazione digitale, alla difesa del modello sociale europeo. Dobbiamo fare leva sulle nostre convergenze per rilanciare il ruolo globale dell'Europa, per rafforzare la capacità di rispondere alle aspettative dei nostri cittadini e di contribuire, con il giusto peso, alla governance mondiale. Sono certo che la collaborazione tra i diversi settori qui rappresentati e lo scambio di buone pratiche potranno stimolare l'innovazione e la competitività dei nostri sistemi, contribuendo alla solidità e allo sviluppo del continente. Con questo spirito, giungano a tutti i miei più cordiali auguri di buon lavoro».   Roma, 20 giugno 2017
>> leggi di più

Il Presidente Mattarella ha ricevuto una delegazione dell'AIL - Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma (lun, 19 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale il Presidente dell'AIL - Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, Franco Mandelli, con una delegazione dei componenti del Consiglio di amministrazione, in occasione della Giornata nazionale per la lotta contro le leucemie, linfomi e mieloma che ricorre il 21 giugno.   Roma, 19 giugno 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione dell'Assemblea annuale di Confesercenti (lun, 19 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato alla Presidente Nazionale di Confesercenti, Patrizia De Luise, il seguente messaggio: «Rivolgo un cordiale saluto a tutti i partecipanti all'Assemblea Annuale di Confesercenti che quest'anno è accompagnata da una fase di ripresa, sostenuta dai consumi pur in presenza di redditi disponibili ancora al di sotto dei livelli precedenti la crisi. In questo contesto è prioritario rafforzare la crescita, l'aumento dell'occupazione e delle retribuzioni per sostenere la fiducia delle famiglie e la domanda interna. Allo stesso tempo è necessario proseguire con le riforme per modernizzare e semplificare il nostro sistema rendendolo più efficiente e competitivo. I cambiamenti profondi stimolati dalla rivoluzione digitale riguardano molteplici aspetti della nostra società, incluso il settore dei servizi e del commercio che affronta radicali trasformazioni nella rete distributiva e deve essere incoraggiato ad adottare nuove tecnologie per affrontare nuove opportunità di mercato. Le attività degli operatori commerciali hanno ricadute importanti nei centri urbani maggiori e minori, caratterizzando la vita delle comunità, incidendo sulla loro attrattività e sicurezza. Sono certo che le vostre rappresentanze, impegnate in un processo di rinnovamento, sapranno dare un utile contributo al dibattito con proposte su un programma di innovazione, che riguardi anche il commercio 4.0, per una crescita bilanciata che coinvolga il contributo di tutti i settori. Con questo spirito invio a tutti i presenti i più cordiali auguri di buon lavoro».   Roma, 19 giugno 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella per le vittime degli incendi in Portogallo (dom, 18 giu 2017)
C o m u n i c a t o Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente della Repubblica Portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, il seguente messaggio: « Seguo con profondo sgomento, insieme a tutti gli italiani, le drammatiche notizie che giungono in queste ore, a seguito dei violentissimi incendi che stanno sconvolgendo l'area di  Pedrógão Grande.  Nel rinnovare la piena e immediata disponibilita' dell'Italia  - gia' avanzata dal Governo - ad offrire ogni forma di aiuto e sostegno ritenuti necessari, porgo a Lei, Signor Presidente, a nome del popolo italiano e mio personale, sentimenti di profondo cordoglio. In questo momento di dolore, rivolgiamo il nostro commosso pensiero alle famiglie delle vittime, ai feriti, ai quali auguriamo un pronto ristabilimento, e ai soccorritori che si stanno prodigando con coraggio e abnegazione per salvare vite umane ». Roma, 18 giugno 2017
>> leggi di più

Cordoglio del Presidente Mattarella per la scomparsa di Helmut Kohl (ven, 16 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier, il seguente messaggio: «Ho appreso con profonda commozione della scomparsa di Helmut Kohl, personalità politica di straordinaria rilevanza nella storia recente della Germania e dell'intera Europa. Colui che è stato - a giusto titolo - definito "il Cancelliere della riunificazione", ha lavorato con lungimiranza e determinazione - in anni caratterizzati da mutamenti profondi ed epocali degli equilibri mondiali - per ridare unità al proprio Paese nell'ambito del grande progetto di integrazione europea. Da autentico uomo di Stato, egli seppe coniugare pragmatismo e capacità di visione, fornendo un contributo coraggioso non soltanto alla caduta del muro di Berlino e alla riunificazione della Germania, ma anche al superamento delle drammatiche divisioni che, per decenni, avevano lacerato l'Europa. La sua scomparsa priva la Germania di una grande personalità e l'Europa di uno dei suoi padri nobili. E' con questa consapevolezza che porgo a lei, signor Presidente, alla famiglia Kohl e al popolo tedesco le più sentite condoglianze dell'Italia e mie personali».   Roma, 16 giugno 2017
>> leggi di più

Messaggio del Presidente Mattarella in occasione della XVII Assemblea Nazionale dei Borghi più belli d’Italia (ven, 16 giu 2017)
C o m u n i c a t o   Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della XVII Assemblea Nazionale dei Borghi più belli d'Italia, ha inviato il seguente messaggio: «L'Assemblea Nazionale dei Borghi più belli d'Italia, che quest'anno si svolge nel comune di Castelsardo e cade nella significativa ricorrenza dell'anno dedicato alle piccole municipalità, è una felice occasione per testimoniare e rinnovare l'impegno comune, di istituzioni e società civile, nella valorizzazione dello straordinario patrimonio umano, artistico e culturale del nostro Paese. Questi tesori che punteggiano capillarmente la nostra penisola rappresentano una risorsa inestimabile che va custodita, valorizzata e integrata con progettualità che ne rendano permanente la vita e con innovativi percorsi di sviluppo del turismo culturale. Per offrire ancora maggiore attrattività alle bellezze inedite dei piccoli borghi, occorre partire proprio dai territori, dalle identità locali e dalle culture che esse esprimono, costruendo legami sempre più stretti tra fruizione dei beni artistici, turismo e comunità di appartenenza. Le drammatiche vicende legate all'emergenza sismica dei mesi scorsi confermano quanto sia necessario ripartire dai luoghi, quelli più colpiti, per ridare loro nuova vita, restituire alla cittadinanza una identità personale e collettiva altrimenti a rischio, salvaguardarne la memoria, dando slancio, creatività e capacità produttiva, quali risposte alle dinamiche di spopolamento. È un compito complesso, che richiede partecipazione e responsabilità diffuse. A tutti i presenti il mio augurio di pieno successo dell'iniziativa, che contribuirà a diffondere una rinnovata consapevolezza e attenzione verso luoghi importanti del paesaggio italiano».   Roma, 16 giugno 2017
>> leggi di più

Cambio della Guardia d'Onore al Quirinale del 18 giugno 2017 (ven, 16 giu 2017)
C o m u n i c a t o Domenica 18 giugno 2017 alle ore 18.00 si terrà il tradizionale cambio della Guardia d'Onore al Palazzo del Quirinale, al termine del quale la Banda dell'Aeronautica Militare eseguirà un concerto di cui si indica il programma: C. Walter: Neige d'Avril; J.P. Sousa: Resumption; U. Roever: Highland Cathedral; G. Rossini: Allegro dal Guglielmo Tell; A. Di Miniello: Marcia d'ordinanza. Roma, 16 giugno 2017
>> leggi di più